Concerto n. 3 in La maggiore

Concerto n. 3 in La maggiore

per violino e orchestra WI:3 (G.25) Revisione, diteggiatura e cadenza di Guido Rimonda - Riduzione per violino e pianoforte di Cristina Canziani


Acquista

21,00 €

Online

Presso il negozio più vicino

Consulta la mappa
Strumento/materia: Violino » Violino e pianoforte
Marchio: Edizioni Curci
Codice: EC12240
ISMN: 9790215918573
Tipologia: spartito
Genere: classica
Pagine: 36
Con parti staccate
Formato: 23,5x31 cm
Confezione: Brossura

Autentico punto di svolta nella produzione violinistica, i Concerti per violino di Giovanni Battista Viotti (1755-1824) coniugano quelle qualità di fraseggio, cantabilità e innovazioni tecniche capaci di aprire la strada alla rivoluzione della forma solistica.

Questa collana intende recuperare il valore artistico di composizioni tradizionalmente apprezzate per l’efficacia didattica, che hanno tuttavia saputo ispirare profondamente i musicisti dell’epoca, quali Mozart, Haydn e Beethoven, e le generazioni di violinisti a seguire.

Ciascuna composizione viene proposta in due edizioni: la partitura con il materiale orchestrale completo (disponibile a noleggio) e la riduzione per violino e pianoforte. L’attenzione verso le fonti manoscritte e l’aggiunta di arcate e diteggiature offrono tanto agli studenti quanto ai concertisti l’opportunità di riscoprire, studiare ed eseguire un repertorio di pregio, espressione della migliore scuola violinistica italiana.


Il Concerto n. 3 in La maggiore WI:3 (G. 25) è il primo in assoluto composto da Viotti, a soli quattordici anni. Dalla vicenda editoriale complessa, questo lavoro manifesta già chiaramente lo stile del compositore, la padronanza delle risorse tecniche dello strumento e la squisita capacità di dialogo con l’orchestra che preparano l’emergere di una sensibilità nuova.


An authentic turning point in violin composing, the Violin Concertos of Giovanni Battista Viotti (1755-1824) combine the qualities of phrasing, cantability and technical innovation that paved the way for a revolution of the solo form.

The purpose of this series is to recover the artistic value of compositions traditionally appreciated for their didactic efficacy, but which nevertheless profoundly inspired the greatest musicians of the time, including Mozart, Haydn and Beethoven, as well as the generations of violinists that followed.

Each composition is offered in two editions: the score with complete orchestral material (available for lease) and the reduction for violin and piano. Careful attention to the manuscript sources and the addition of arcs and fingerings provide both students and concert performers the opportunity to rediscover, study, and perform an invaluable repertoire that epitomizes the best of the Italian school of violin.


The Concerto No. 3 in A Major WI:3 (G. 25) is the first ever composed by Viotti, at the age of fourteen. With its complex publishing history, this work already clearly manifests the composer’s style, his mastery of the technical resources of the instrument, and his exquisite ability to dialogue with the orchestra, all of which would result in the emergence of a new sensibility.


Condividi